Apr 28, 2011 - Senza categoria    No Comments

Geuze – impressioni

La birra che presento oggi si chiama Oude Geuze del produttore Frank Boon,  qui trovate il link al produttore.

geuzeboon.pngLa geuze era la bevanda del popolo fiammingo e probabilmente il nome deriva da gueux, in lingua fiamminga “pezzente”, nome che deriva dal profumo non propio di birra, ma spesso acido e ammuffito. E’ anche detta lo Champagne del belgio e nasce dall’assemblaggio di due o più Lambic.

Birra di colore oro carico, si presenta con una schiuma bianca a bolle medio grosse ed evanescente, molto simile alla schiuma di un vino frizzante.

All’olfatto presenta note di alcool, acido acetico, stantio e botti vecchie.

In bocca si percepisce subito la nota acida, citrica tipica di queste birre, si viene poi invasi da note di pompelmo e legno di botte cherry o Porto.

Una birra non per tutti, la tipicità delle birre a fermentazione spontanea spiazza la maggior parte dei consumatori abituali di birra, come dice il buon Kuaska per berla ci si deve fare l’abitudine. Personalmente trovo che le birre a fermentazione spontanea sono molto adatte come aperitivo.

 

Ciao

 

Un saluto e in bocca al luppolo!!

Geuze – impressioniultima modifica: 2011-04-28T20:30:00+02:00da birraburro
Reposta per primo quest’articolo

I commenti sono chiusi.