Set 22, 2011 - Homebrew    2 Comments

Malti speciali nel forno di casa

Ciao a tutti,

oggi vi voglio descrivere come preparare un malto tostato utilizzando il forno di casa, perchè a volte necessitiamo di malti scuri e tostati ma in piccole quantità e l’acquisto di un solo 1 Kg a volte non è possibile, a volte non conveniente oppure come nel mio caso si vuole cercare qualcosa di nuovo. Con una breve ricerca ho trovato la informazioni necessarie al mio scopo.

La base di partenza è il malto Pale secco (come lo troviamo nei sacchetti)

malto pale

Per produrre un prodotto omogeneo bisogna stenderlo con uno spessore massimo di 2cm, nel mio caso ho modificato 250g di malto

 

 

 

Forno.png

 

Ho quindi posizionato il malto in forno alla temperatura di 178°C per 1 ora e 10 minuti, ogni 1/2 ora ho aperto il forno e agitato i grani.

Attenzione che quando aprite il forno esce un bel po’ di fumo.

 

 

termometro

 

Ho controllato la temperatura con il mio fido termometro

 

 

 

 

malto black homemade

 

et voilà, il malto Black Patent Homemade è pronto

Dopo la tostatura/cottura il malto va riposto in luogo fresco ed asciutto e lasciato riposare almeno 6/7 giorni prima di utilizzarlo.

 

Malto_confronto.png

Qui possiamo aprezzare come il malto si è modificato in forno.

Dalle foto non è possibile capirlo, ma vi assicuro che la radichetta è rimasta chiara mantre l’interno del chicco è bello scuro.

 

 

Un saluto e in bocca al luppolo!!

Malti speciali nel forno di casaultima modifica: 2011-09-22T21:40:53+02:00da birraburro
Reposta per primo quest’articolo

2 Commenti

  • Buona sera le volevo chiedere delle informazioni sui luppoli da lei coltivati;se aveva disponibilà di rizomi o di piantine da vendere.Vivo in Sicilia e ho la disponibilità di dieci mila metri di terreno dove poter piantare alcune piantine di luppoli..grazie anticipatamente.Arrivederci

  • Mi dispiace, al momento non ho rizomi da vendere. Ti consiglio di guardare sul forum di Areabirra.it e chiedere. Li ci sono diversi produttori di luppolo.

    Ciao
    Burrobirra